Non hai articoli nel carrello.

Spedizione gratuita su tutti gli ordini

MBT Calzature

Come sono nate le scarpe basculanti

Fino a qualche anno fa sarebbe stato impensabile, ma oggi basta recarsi in un qualsiasi negozio di calzature per notare, tra ballerine, stivali e décolleté, anche loro, le scarpe basculanti. Di cosa stiamo parlando? Si tratta delle scarpe con la tipica suola curva (a gondola o a dondolo) appositamente studiate allo scopo di migliorare la postura, rassodare i muscoli e alleviare alcuni fastidiosi dolori lombari. La loro forma insolita e le loro promesse hanno suscitato sin da subito un notevole interesse soprattutto tra gli sportivi e non sono tardate ad arrivare le reazioni della comunità scientifica. Nonostante i pareri talvolta contrastanti, però, una cosa è certa: le scarpe ortopediche sono una delle maggiori innovazioni degli ultimi anni, tali da portare alla creazione di una nuova categoria merceologica nota come Physiological Footwear. Molti famosi brand sportivi si sono cimentati nella realizzazione di scarpe basculanti, ma le uniche originali rimangono le calzature MBT.

Calzature MBT: come sono nate le scarpe basculanti

Le calzature MBT (Masai Barefoot Technology) nascono in Svizzera nel 1996 ad opera dell'ingegnere Karl Mueller. L'idea alla base di questa rivoluzionaria creazione, in realtà, risale agli inizi degli anni '90 e si fonda essenzialmente sul concetto di instabilità. In occasione del suo soggiorno in Corea, Karl notò che camminare scalzo tra le risaie giovava al suo mal di schiena e durante i suoi studi scoprì che il popolo Masai, abituato a camminare a piedi nudi sulla sabbia, non soffriva di disturbi muscolari. La domanda quindi era: poteva una scarpa ricreare l'effetto di una superficie soffice ed irregolare?

Le calzature MBT dagli esordi ad oggi

Nel 1998 viene fondata la Swiss Masai, il primo distributore ufficiale di calzature MBT in Svizzera. Durante gli anni a seguire molti paesi iniziano a mostrare interesse per queste scarpe e, se da una parte la società continua a perfezionarne la tecnologia, dall'altra punta a migliorarne anche il design. Nascono, infatti, importanti collaborazioni con stilisti del calibro di Wolfgang Joop e, nel 2011, il modello ARI ottiene l'ambito riconoscimento internazionale Red Dot Design Award. Oggi le calzature MBT vengono vendute in più di 50 paesi e, oltre ad outlet e negozi monomarca, si possono acquistare anche nello store on-line sul quale è possibile, tra l'altro, verificare l'autenticità del proprio modello mediante l'apposito Certilogo.

Collezione uomo

Collezione Donna

Collezione donna

Collezione Donna